Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Plus   
Get Adobe Flash player

Inserisci i dati di accesso

Email  

Password  

Comprendere un popolo

Certi che, per comprendere una terra, la sua cultura ed i costumi della sua gente, è di fondamentale importanza ascoltarne la musica, il visitatore che arriva nel Salento non si può esimere dalla conoscenza di quelle sonorità che negli ultimi anni hanno reso merito e consegnato alla ribalta internazionale il Salento ed i salentini.
L' elemento che caratterizza fortemente la cultura salentina, è la musica. Con ogni probabilità essa risale alle civiltà del periodo preellenico, in cui l' uso della musica e della danza erano considerate con funzione rituale ed anche terapeutica.

Musica e danza perciò riconducono ad un passato pieno di simbologia e di miti che si perdono nella notte dei tempi; è con questa premessa che bisogna ricercare il senso del tarantismo.
Il tarantismo pugliese nacque nel medioevo e si mantenne con intensità di partecipazione popolare e varietà di forme mitico-rituali sino alla fine del '700, iniziando il suo periodo di declino nel secolo successivo.
La 'tarantola' o 'taranta' è un ragno velenoso dal cui morso o pizzichìo deriva il termine pizzica; infatti, secondo le credenze popolari, il veleno, entrando in circolazione provocava stati di alterazione psichica e motoria, a cui seguivano forti emicranie unite a stati di rigidità muscolare da cui scaturivano violenti attacchi epilettici.

Nel caso del tarantismo tuttavia, la 'donna tarantata' non è morsa da alcun animale; tale fenomeno deve essere interpretato come il simbolo della frustrazione psichica, economica, oltre che sociale e sessuale, ossia come la crisi isterica del singolo individuo; le 'pizzicate' erano donne, emarginate tra gli emarginati, che durante l' estasi o l' eccitamento dato dal veleno, si potevano permettere di tutto, fin'anche di simulare veri e propri amplessi in pubblico, fino a quando San Paolo, il 'loro' protettore, non concedeva la grazia.
La musica che accompagna il tarantolato è per eccellenza la pizzica-pizzica, "dai suoni ora cupi ora struggenti, che culminano in un crescendo di straordinario effetto".



Get the Flash Player to see this player.

Nell' ultimo periodo i salentini, ed in particolare i giovani, hanno riscoperto la musica dei padri. In pratica ci si è accorti che le sonorità calde e solari proposte dalla musica popolare non hanno nulla da invidiare alla ben più blasonata musica che ha dato le origini al rock moderno.
Anzi, il Salento, per la sua posizione centrale nel mediterraneo è, da sempre, il naturale punto d' incontro di culture diverse: le sonorità che ne derivano sono il felice incontro delle antiche musiche greche, bizantine ed arabe che fanno nascere oggi numerosi gruppi e band o solo semplici associazioni musicali che fanno rivivere la 'pizzica', rendendola anche moderna, fruibile e godibile da un pubblico sempre più ampio.

Ecco una lista, molto parziale, di alcune band musicali che propongono ritmi antichi uniti a sonorità nuove ed intriganti.

Lu ruscìu noscìu
Arakne Mediterranea
Alla Bua
Ariacorte
Aramirè
KamaFei
Menamenamò
Gruppo Ghetonìa

 

VISITA IL SITO UFFICIALE

Scarica la App della Taranta
Taranta App

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

beruby.com - Guadagna acquistando online